Nel Manifesto si scrive: “Porto Marghera, motore della crescita economica per decenni, emblema della difficile transizione postindustriale che, a partire dagli anni settanta e ottanta del secolo scorso, ha segnato l’evoluzione delle aree portuali e industriali, è oggi una sfida chiave per riuscire a saldare nuovi processi di crescita e sostenibilità ambientale e territoriale. Porto Marghera è un’occasione e un laboratorio fondamentale per tradurre localmente le opportunità che la riflessione sul Next Generation EU necessariamente apre. Nel quadro della transizione verde di Venezia, Porto Marghera potrebbe diventare il più grande incubatore europeo di attività green e il luogo dove l’ambiente viene declinato come “innovazione e sviluppo” anziché solo come “tutela e difesa.”

Il documento intero, nella sua ultima versione del 13 maggio 2021, è disponibile sul nostro sito a questo link.